01 Facebook 24x24a           

Conosciuta anche come chiesa dei “Corpi Santi” data la presenza dei resti mortali di martiri cristiani, sontuosamente vestiti da Teresa Mischiatti, madre dell’arciprete Cappellini ed esposti nel 1862, la chiesa è di proprietà degli eredi Baccari che la acquistarono all'asta dal demanio di Ferrara.

Tramite disposizione testamentaria del 1834, la manutenzione e l’amministrazione sono di pertinenza della Parrocchia di S. Sofia. Fu riammessa al culto nel 1829 con documento del vescovo Ravasi.

La struttura originaria è a unica navata con tre cappelle per ogni lato e un abside. Ai lati della tribuna sono collocati due coretti laterali sopraelevati. Presenti copie di dipinti di scuola bolognese e romana del secolo XVIII realizzate su commissione di Francesco Baccari; di Andrea Pozzi sono la raffigurazione del transito di S. Giuseppe, posta sull’altare maggiore e l’ovale con S. Vincenzo de’ Paoli del secondo altare di sinistra.

Le pitture murali e le quadrature, risalenti al 1822, che rappresentano la fuga in Egitto e la presentazione di Gesù al tempio sono opera del veneziano Giovanni Fassini.

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.